L’Umbria è soprannominata il Cuore verde D’Italia per la sua posizione centrale lungo la penisola italiana e per il colore che domina il suo splendido paesaggio, caratterizzato da dolci colline coltivate a vigneti e uliveti e costellato da borghi medievali ricchi di grandi tesori.

Una vacanza in Umbria significa soprattutto lasciarsi avvolgere dal suo clima mistico e religioso, che permane nei famosi centri come Assisi, Norcia, Cascia ma anche nei tantissimi santuari, eremi, abbazie e basiliche, da scoprire nascoste nei boschi o in punti meno accessibili ma altrettanto suggestivi.

L’Umbria è considerata un museo a cielo aperto, dove le tantissime testimonianze artistiche e culturale di secoli passati si sposano perfettamente con la bellezza del contesto naturale. Ogni paese, ogni borgo racchiude in sé lo splendore di tesori unici (dipinti, monumenti, aree archeologiche, chiese) oltre ai tantissimi interessanti musei dove opere d’arte irripetibili sono degnamente conservate.

Per chi ama la natura, l’Umbria offre innumerevoli opportunità di trascorrere una vacanza attiva nel verde ed “en plein air”; i tantissimi sentieri che attraversano le colline, boschi, fiumi, laghi e cascate (tra cui le più alte d’Italia, le Cascate delle Marmore) consentono di praticare innumerevoli sport (ciclismo, trekking, rafting, birdwatching, canoa, ecc.).

Chi ama la buona tavola, l’Umbria offre il meglio del panorama enogastronomico, dai pregiati vini DOC (come il Sagrantino) ai formaggi, dall’olio extravergine d’oliva, uno dei più buoni d’Italia, ai piatti di carne e pesce di lago, ai primi piatti di pasta fatta in casa, ai tantissimi dolci golosi e genuini, prodotti ancora seguendo le ricette della tradizione culinaria.

Ogni zona umbra offre specialità enogastronomiche uniche, tutte da scoprire anche percorrendo i tanti Itinerari del gusto e le Strade del Vino. Una cucina di tradizione popolare che sposa i prodotti di una terra generosa con la creatività e la fantasia di cuochi e cuoche appassionati, per dare vita a tante specialità come la famosa norcineria, salumi gustosi dove il maiale è il protagonista indiscusso oppure piatti a base del pregiato tartufo di Norcia, così ricco nei boschi di questa regione.

Un’altra arte dove gli umbri spiccano per creatività e ingegno è l’artigianato, dove la ceramica (di Deruta, Gubbio, Orvieto e Gualdo Tadino) conserva i suoi tratti salienti, nelle botteghe e negli opifici. Stili e colori nascondono origini e storie diverse ma tutte ugualmente affascinanti.

Anche le lavorazioni tessili sono tutt’oggi praticate in tantissimi laboratori artigianali sparsi su tutto il territorio: dalla tessitura di Perugia con il tipico ricamo del Grifo, simbolo della città o dei motivi geometrici rinascimentali; a Città di Castello con tessuti a mano finemente lavorati o a Montefalco; il ricamo su tulle di Panicale, e quello su tessuto, col tipico Punto Assisi che le clarisse d’Assisi già praticavano nel Duecento e la lavorazione del merletto a Orvieto.

Anche l’arte orafa, di origine etrusca, viene praticata con successo a Perugia, Torgiano, Spoleto, Orvieto e Terni così come la lavorazione del legno, di cui quello d’ulivo trova qui la sua massima espressione.

Essendo una terra così legata alla sua variegata e millenaria storia e alle tradizioni, l’Umbria è ricca di tanti eventi culturali, di fiere e sagre con rievocazioni storiche, cortei in costume, giochi medievali (come la Corsa dell’Anello a Narni o la Giostra della Quintana a Foligno) specialità della cucina antica e moderna (come il famoso Eurococholate a Perugia).

Non solo i grandi centri umbri, come Perugia o Assisi, richiamano tanti turisti provenienti da tutto il mondo, ma anche tutti gli altri borghi più piccoli, racchiudono in sé tanti buoni motivi per eleggere questa terra a luogo per trascorrere vacanze all’insegna del relax, della cultura e del buon cibo di qualità.