Arrivando in Istria da nord, la prima tappa è Umago, una cittadina che con i suoi 45 km di costa e l’interessante entroterra, sintetizza le particolarità di tutta la regione.

Scoperta dagli antichi romani che la elessero a residenza estiva, ha un glorioso passato testimoniato dalle tante case veneziane del nucleo storico della città, mura e torri antiche, chiese ed edifici di epoche barocca e rinascimentale.


Il mare, cristallino e puro, regala alla cittadina un fascino senza tempo. Per esplorare le tante bellezze culturali della città, si può partire dal centro storico con le mura e il ponte mobile del 10° secolo, parzialmente conservato, la chiesa di San Rocco del XI° secolo con soffitto affrescato, il museo con reperti risalenti all’epoca romana e le numerose mostre allestite nelle gallerie d’arte tra cui la famosa Galleria Marin.

Dopo aver esplorato il centro storico, ammirando monumenti e reperti storici, ci si può tuffare in una pausa golosa assaporando gli ottimi piatti di pesce fresco nei ristoranti di mare o scegliere uno dei tanti bistrot, caffè, pasticcerie e gelaterie che popolano il centro e il lungo mare. Potrete trovare tanti negozietti che vendono souvenir, specialità tipiche e prodotti di artigianato locale per portare con voi a casa un ricordo dal “sapore” istriano.
Se siete sportivi potrete esplorare il territorio in bici lungo le tante piste ciclabili oppure partire per una gita in barca o catamarano per scoprire le diverse spiagge o praticare tutti gli sport acquatici nel periodo estivo. La sera potrete tentare la fortuna al Casino Elite o godervi l’intrattenimento di uno dei tanti eventi e spettacoli estivi organizzati in centro.
Tra le curiosità, la visita al faro più antico dell’Adriatico nella vicina Salvore.

Umago offre qualcosa di speciale in ogni stagione grazie anche ai tanti eventi organizzati lungo tutto l’arco dell’anno, dal torneo ATP Open di tennis, al Gourmet Festival, alle Giornate del Pomodoro al festival del benessere, solo per citarne alcuni. Ce n’è per tutti i gusti!

CITTANOVA


Novigrad-Cittanova ha mantenuto l’irresistibile fascino di tranquillo borgo di pescatori, nonostante sia diventata un popolare luogo di soggiorno turistico. Conserva una riconoscibile, quasi intima atmosfera, caratteristica delle piccole città che si affacciano sul Mediterraneo. Perla architettonica piena di monumenti storici, ricca di patrimonio culturale, bellezze naturali e ottime specialità culinarie, è considerata una delle destinazioni più affascinanti della costa istriana.
Le mura cittadine hanno protetto la ricca storia di questa città, il suo prezioso patrimonio culturale, la tradizione e la cultura. La visita del centro storico comprende il campanile, simbolo della città, della Chiesa di San Pelagio e San Massimo del 1893, dove si conserva l’unica cripta del primo periodo romanico in Istria, il museo Lapidarium con la collezione di monumenti in pietra e il ciborio dell’8° secolo, le mura con le torri e l’antica porta di accesso alla città, il museo della marina austro-ungarica e la Galleria d’arte Rigo.
Gli amanti delle specialità enogastronomiche devono lasciarsi tentare dal pesce crudo sempre fresco, dai frutti di mare abbinati ai vini istriani, dalle tante specialità di carne e verdure a km0.
La vita notturna offre innumerevoli occasioni di svago e divertimento con vista sui più bei tramonti della costa.

Nei dintorni sono possibili diverse interessanti escursioni come quella al parco acquatico Istralandia, la visita alla riserva ornitologica Antenal-Quieto, la scoperta delle strade del vino e dell’olio con degustazioni o l’esplorazione del territorio in bici o quad.
I tanti eventi che vengono organizzati, dallo Gnam-Gnam festival al Festival internazionale degli artisti di strada, la competizione di pittura ex-tempore o le manifestazioni sportive, rendono ancora più interessante la visita di questa cittadina istriana, frizzante e vivace tutto l’anno.